CORSI DI FORMAZIONE FINANZIATI BANDI PROVINCIALI>>
  • CATALOGO FORMATIVO>>
  • FINANZA AGEVOLATA>>
  • CORSI E-LEARNING Piattaforma Gruppo2G>>
  • DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI>>
  • CAPITALE INTELLETTUALE>>
  • FORMAZIONE TECNICA E DIREZIONALE>>
  • INGEGNERIA FORENSE>>
  • INNOVAZIONE TECNOLOGICA >>
  • LA FORMAZIONE FINANZIATA >>
  • LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI>>
  • MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO>>
  • ANALISI E LA GESTIONE RISCHI AZIENDALI>>
  • LOGISTICA E SUPPLY CHAIN MANAGEMENT>>
  • ORGANIZZAZIONE E GESTIONE D’IMPRESA>>
  • PROCESSO DI SALDATURA>>
  • RESPONSABILITÀ SOCIALE D’IMPRESA>>
  • SICUREZZA DEI PRODOTTI AGROALIMENTARI>>
  • SICUREZZA GENERALE DEI PRODOTTI >>
  • UN CAFFE' PER LA CONOSCENZA>>
  • ANALISI AMBIENTALE INIZIALE>>
  • COLLABORAZIONI>>
  • SISTEMA DI GESTIONE>>
  • SPORTELLO GRATUITO PER LE IMPRESE>>
  • CERCHIAMO NEOLAUREATI IN INGEGNERIA>>
  • CONVEGNI >>
SICUREZZA GENERALE DEI PRODOTTI
SICUREZZA GENERALE DEI PRODOTTI E RESPONSABILITÀ PER DANNO DA PRODOTTO DIFETTOSO
 
Il problema della circolazione di prodotti sicuri e della conseguente responsabilità del produttore per danno da prodotto difettoso impone allo stesso un approccio tecnico – pratico teso a soddisfare i requisiti prescrittivi delle Direttive Europee e del D.Lgs. di recepimento delle stesse.
 
Le direttive sono costituite dalla DIR 2001/95/CE (“Sicurezza generale dei prodotti”) e dalla DIR 1999/34/CE (“Responsabilità per danno da prodotti difettosi”) mentre il Decreto di recepimento è il D.Lgs. 06.09.2005 n. 206 (“Codice del consumo”). In base a questo decreto i prodotti possono essere immessi in commercio se il loro impiego normale o ragionevolmente prevedibile non espone a pericolo la sicurezza e la salute dei loro utenti e di terzi. La sicurezza di un prodotto è determinata sia da fattori interni, vale a dire intrinsechi al prodotto (concezione, costruzione, fabbricazione), sia da fattori esterni che costituiscono la presentazione: l’imballaggio, le etichette e le altre informazioni, le istruzioni per il montaggio e per l’uso, le indicazioni relative allo smaltimento, le avvertenze, ecc..
 
Il Gruppo 2G Management Consulting, con i suoi esperti e specialisti, affianca il fabbricante per garantire la sicurezza generale del prodotto anche attraverso una gestione dei rischi sistematica ed efficiente e quindi limitare il rischio della responsabilità di chi immette i prodotti sul mercato.
 
Infatti, in caso di danno causato da un difetto del prodotto, il Codice del Consumo stabilisce il principio di responsabilità assoluta del fabbricante, indipendentemente dalla colpa (quindi anche nel caso in cui in fase di produzione non abbia agito né in maniera dolosa né colposa).
 
Il prodotto è difettoso quando non offre la sicurezza che ci si può legittimamente attendere, tenuto conto di tutte le circostanze, tra cui il modo in cui è stato messo in circolazione, la sua presentazione, le sue caratteristiche palesi, le istruzioni e le avvertenze fornite, nonché l’uso al quale può essere ragionevolmente destinato e i comportamenti che, in relazione al prodotto, si possono ragionevolmente prevedere.
 
Inoltre, il prodotto si ritiene difettoso se non offre la sicurezza offerta normalmente dagli altri esemplari della stessa tipologia (escludendo, chiaramente, qualsiasi uso improprio).
NERI CECCARELLI